Regolamento

Il campionato è stato istituito con fine amatoriale e con l’intento di promuovere i valori dell’antifascismo, antirazzismo e antisessismo: si invitano tutti a rispettare tali valori.

In linea con tutti gli altri aspetti organizzativi del campionato, anche il regolamento e la sua applicazione sono soggetti a revisione e valutazione da parte dell’assemblea organizzatrice del campionato. Le gare si svolgeranno in un unico tempo di trenta minuti. Le squadre chiamate a disputare gli incontri che si dovessero presentare al campo da gioco con ritardi superiori ai 15 minuti rispetto ai tempi indicati nei prospetti di gara saranno dichiarate perdenti con il punteggio di 0-3. Ogni squadra potrà mandare in campo 6 giocatori più il portiere.

Le squadre sono tenute a portare i palloni per il riscaldamento.

L’organizzazione metterà a disposizione 1 pallone per campo di gara. Le sostituzioni sono volanti, prima si esce poi si entra.

Un giocatore che viene sostituito può rientrare in campo. Non esiste un numero massimo di sostituzioni.

Il portiere non può ricevere il retropassaggio con le mani.

Il portiere quando effettua la rimessa può superare la metà campo (sia con le mani che con i piedi).

La rimessa laterale viene effettuata da terra con i piedi e a palla ferma.

Non si può segnare direttamente dalla rimessa.

Si può segnare dal calcio d’angolo.

Non esiste il fuorigioco.

Ogni squadra dovrà fornire l’arbitro ove previsto dal calendario: il mancato adempimento prevede la penalizzazione di 1 punto in classifica. Al primo fallo cattivo ed intenzionale di una squadra, è prevista l’espulsione diretta del giocatore e la sua squalifica per la giornata in corso.

Al secondo fallo cattivo ed intenzionale di una squadra, indipendentemente dal giocatore che lo commette, verrà decretata la vittoria a tavolino (3-0) della squadra avversaria.

Se una partita viene interpretata in modo eccessivamente competitivo dalle due squadre in gioco o in caso di risse, entrambe le squadre perderanno l‘incontro, salvo diversa decisione da parte dell’organizzazione.

Se una squadra perde due partite a tavolino per comportamento antisportivo, verrà sospesa dal torneo.

Sarà l’arbitro (eventualmente con il supporto di altri organizzatori) a giudicare il comportamento antisportivo e a giudicare un fallo più o meno cattivo.

I criteri generali per stabilire le classifiche saranno i seguenti: punti fatti scontro diretto differenza gol (gol fatti – gol subiti) gol fatti sorteggio

 

 

 

 

 

Campionato Popolare 2016

Online ora

Abbiamo 20 visitatori e nessun utente online

Powered BY

Seguici su Facebook

Regolamento

acquisitions, auction, finance, gavel, hammer, justice, law icon

Il Progetto

mic, microphone, multimedia, record, recording, speak, talk, voice icon

News

article, information, news, newspaper, periodical icon

Contattaci

envelope, mail, message icon

Free Joomla! template by L.THEME